www.spilambertonline.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Associazioni Sportive e Ricreative

Wushu Team

LE ARTI MARZIALI
Ogni disciplina sportiva, ha delle caratteristiche che la rendono peculiare rispetto alle altre. Le arti marziali fanno parte di quelle discipline sportive che operando attraverso il corpo, plasmano la mente. Sono infatti indicate, come discipline particolarmente formative sul piano psicologico, un arte antica che rafforza il corpo e la mente. Il complesso delle arti marziali cinesi è detto "WUSHU" (il cui significato è arte marziale). Il wushu comprende sia le tecniche di combattimento disarmato (con mani e piedi), sia le tecniche con armi bianche e improprie tradizionali. Il wushu nacque dalla necessità di difendersi senza armi, ma poi, nel contesto altamente acculturato del mondo orientale, acquistò ben presto risvolti filosofici ed esoterici, sopratutto in quanto veicoli di trasmissione delle conoscenze tecniche furono fin dalle origini i monasteri.Da questa impostazione ecco la "necessità" dell'uomo di conoscere sè stesso e gli altri, e di acquisire le capacità per dominare l'ambiante in cui la sua vita si sviluppa; questo bisogno di potenziare il livello fisico e mentale dell'individuo, insieme con l'ansia di scavare nel proprio spirito alla ricerca di risposte alle domande che ogni essere umano si è sempre posto, portavano a mete interiori come la pace, l'armonia, la serenità e l'equilibrio del praticante, di grande importanza formativa.
Le Arti Marziali Cinesi sono state suddivise in due grandi gruppi: 1) WAI CHIA o sistema esterno :comprende tutti gli stili "duri" o "esterni", così chiamati per l'importanza che viene in questi stili attribuita ad una pratica vigorosa in cui si evidenziano sopratutto le caratteristiche "esteriori" di forza e velocità. 2) NEI CHIA o sistema interno : comprende tutti gli stili "morbidi" o "interni", chiamati così per l'importanza che attribuiscono allo sviluppo dell'energia interna. Diciamo comunque che la suddivisione fra wai chia e nei chia, anche se talvota comoda, è artificiosa e concettualmente errata in quanto per raggiungere l'efficacia bisogna sempre combinare la durezza con la morbidezza.Inoltre anche negli stili esterni esterni lo sviluppo dell'energia interna è di fondamentale importanza e negli stili interni non si rifugge certo da una pratica vigorosa.

WUSHU TRADIZIONALE
Nella nostra scuola, per quanto riguarda il wushu tradizionale, studiamo un insieme di stili esterni del sud.
Nello studio del wushu tradizionale viene data molta importanza alla preparazione atletica sia per il potenziamento che per lo stretching; vengono quindi studiate una notevole quantità di forme (taolu) in singolo e in coppia, a mano nuda e con armi. Altro aspetto del wushu tradizionale è lo studio del combattimento che comprende colpi di mano e gambe, leve articolari, proiezioni etc..

WUSHU MODERNO
Il wushu "moderno" nasce in Cina negli anni '50 quando per poterlo far diventare disciplina sportiva, venne dato incarico ai migliori maestri di codificare alcuni stili tradizionali per creare forme da gara. Vennero così codificati mantenendo la distinzione fra "nord" e "sud", due stili a mano nuda, il chang quan e il nan quan e diversi stili con le armi. La International Wushu Federation (IWuF) prevede che le competizioni includano 7 stili che vengono indicati come "ufficiali", una categoria di stili dimostrativi, combattimenti prestabiliti e da poco anche le forme optional. Nella nostra palestra, nel corso di wushu moderno studiamo entrambi gli stili, facendo però studiare gli stili del nord (changquan- daoshu-gunshu) solo ai ragazzi viste le particolari doti atletiche di cui devono essere dotati i praticanti di questi stili.

STILI DEL NORD
Chang Quan : o "boxe dal pugno lungo". E' caratterizzato da movimenti allungati, attacchi a lunga distanza, notevole utilizzo di tecniche di calcio, salti, cadute, avanzate e ritirate veloci. L'aspetto estremamente coreografico e spettacolare delle forme, porta al miglioramento delle capacità ginniche di chi lo pratica determinando miglior scioltezza muscolare, tendinea e articolare unite ad un notevole incremento della forza esplosiva. Le armi codificate del wushu del nord da noi attualmente praticate sono il bastone (gunshu) e la sciabola (daoshu).

STILI DEL SUD
Nan Quan : o "boxe del sud" . E' caratterizzato da movimenti veloci e compatti, i colpi portati sono potenti ed energici, le posizioni ancorate al suolo e il lavoro delle gambe è molto intenso e garantisce forza e stabilità. Le tecniche di braccia potenti ed evidentemente combattive. La pratica del nan quan insegna a gestire gli arti, la propria massa corporea e l'equilibrio nella maniera più efficiente possibile. Le armi codificate del sud sono due, da noi entrambe praticate, bastone (nangun) e sciabola (nandao). 

TAIJIQUAN

L'origine della “boxe del grande inizio"(questa è la traduzione del termine Taijiquan) si perde nella notte dei tempi: la sua creazione viene attribuita a un monaco taoista del XIII secolo, Chang Sang Feng. La leggenda dice che egli, un giorno, ebbe occasione di osservare sul monte Wu Tang (abitato dagli dei immortali), ove si era ritirato per meditare, la lotta tra una gru e un serpente: il serpente si torceva e schivava i colpi di becco della gru, mentre quest'ultima si difendeva dispiegando le ali.Facendo tesoro della lezione offerta dalla natura Chang Sang Feng creò i primi movimenti del Taiji, basandosi sul principio che "il tenero vince il duro". Questa singolare arte marziale è composta da una lenta e uniforme serie di movimenti circolari eseguiti con dolcezza, rilassamento e sinuosità accompagnati dal “vuoto” interiore (wu wei). Tali caratteristiche e specifiche condizioni permettono il fluire dell'impulso vitale chi (il "prana" degli indù), con la conseguente espansione della coscienza. Nell'eseguire le tecniche bisogna tentare di "sentire coscientemente ogni parte in movimento, in arminia con l'unità che la controlla". Tutti i movimenti devono essere naturali; se si compiono movimenti forzati si sbaglia, perchè ogni forma di tensione ostacola il fluire del "chi".

DIFESA PERSONALE
Per "difesa personale" si intende un corso incentrato sull'apprendimento di un gran numero di tecniche che possono applicarsi con semplicità per aventare in sicurezza eventuali aggressioni. Per imparare questi movimenti di difesa, in genre piuttosto semplici, è innanzi tutto indispensabile controllare la paura che ognuno di noi ha nei momenti di pericolo. Già dalle prime lezioni è possibile apprendere alcune di queste tecniche (vari tipi di leva, di proiezioni e di copli), che permetteranno al praticante di acquisire un maggior controllo del proprio corpo. Ol passare del tempo l'allievo impara a reagire in situazioni impreviste già a livello inconscio e potrà, con il dovuto e continuato allenamento far fronte ad ogni tipo di pericolo. La difesa personale non richiede una preventiva conoscenza delle arti marziali e non presuppone necessariamente requisiti fisici notevoli pur necessitando di un regolare allenamento. Si adatta quindi a tutti senza alcuna controindicazione.

Per maggiori informazioni consultare il sito digilander.libero.it/wushuteamsavignano

 

Video su Spilamberto



Get the Flash Player to see this player.

time2online Extensions: Simple Video Flash Player Module

Attività a Spilamberto

Shopping a Spilamberto - Scopri tutte le attività, i negozi, gli artigiani, le ditte del paese!
Shopping a Spilamberto - Ricerca attività
Onoranze funebri a Spilamberto - Servizio continuo 24 su 24

Vetrine in primo piano